Thursday, November 15, 2018

Fabio Fucci saluta il M5S e presenta una lista civica

By Marta Fortunati on 10 marzo 2018
0 1656 Views

Devono essere brave persone, avere a cuore Pomezia e condividere un progetto che tenga conto delle competenze acquisite negli ultimi cinque anni di governance della città.
Queste sono le qualità che il Sindaco uscente di Pomezia Fabio Fucci richiede a chi si candida al suo fianco nel nuovo progetto politico ‘Essere Pomezia’, con il quale si presenta alle prossime elezioni comunali, lasciando ‘ufficialmente’ il Movimento 5 Stelle.
‘Ho scelto di presentare una lista civica perché i partiti di destra e di sinistra non sono stati in grado di risolvere le criticità della città e sviluppare le potenzialità che la città ha’ sostiene Fabio Fucci. ‘Sono convinto che sono le persone che fanno i progetti e che ne fanno scaturire meriti e risultati. La lista civica è l’essenza della condivisione di un progetto che si costruisce intorno alle persone’.

Ancora non sono pronti i nomi dei candidati che lo sosterranno nella nuova avventura: verranno resi pubblici sabato 17 marzo all’incontro organizzato a Pomezia, Hotel Selene ore 18,00. Non esclude, però, che ci possano essere più liste, in quanto l’iniziativa ‘Essere Pomezia’ ha riscontrato molto successo sul territorio.
Cosa dire a quel cittadino che ha votato il Sindaco come esponente del Movimento 5 Stelle e ora dovrebbe di dargli il voto come leader di una lista civica?
‘Direi: caro elettore, nel 2013 hai fatto una scommessa, hai voluto scegliere una novità. C’erano personaggi impresentabili e la desolazione. Ora il contesto è cambiato totalmente. Oggi hai un Sindaco che ha lavorato per 5 anni molto bene, anche a detta degli avversari. Perché devi ricominciare daccapo con altre persone, quando hai la garanzia di un Sindaco incorruttibile, che ha lavorato duramente ed è pronto a lavorare da subito?’ conclude Fucci. ‘Nel 2013 hai scommesso, oggi hai la certezza della mia trasparenza, onesta, incorruttibilità e dei risultati ottenuti. È una certezza, non più una scommessa’.

Rispondi