Sunday, February 23, 2020

Sanremo 2020 – Seconda Serata

Luisa Navisse By Luisa Navisse on 6 Febbraio 2020
0 63 Views
image_pdfimage_print


Voto per la Seconda Serata 6 e mezzo

Donne di questa sera Laura Chimenti, Emma D’Aquino e Sabrina Salerno. Tra gli ospiti anche i Ricchi e poveri, di nuovo in 4 dopo 40 anni, e Gigi D’alessio che ha celebrato i 20 anni della sua “Non dirgli mai”

Amadeus ha spesso dichiarato che questo sarebbe stato il festival delle donne, beh oggi non ce ne siamo accorti. Tralasciando i minuti di revival con Sabrina Salerno, per sentir parlare Emma d’Aquino abbiamo dovuto attendere le 1.15, e arrivare fino alle 1.30 per ascoltare Laura Chimenti, per il resto le abbiamo soltanto sentite leggere l’elenco di cantanti e autori.

Una nota per i ragazzi delle nuove proposte tra cui spicca Marco Sentieri con la sua Billy Blu e un testo che parla di bullismo.

Anche per stasera vi racconto 3 momenti da Standing Ovation (che anche stasera sono momenti estranei alla gara)

  • Il duetto di Tiziano Ferro con Massimo Ranieri, che hanno interpretato la celebre Perdere l’amore. Uno di quei momenti che rimarranno nella storia della musica e della televisione, brividi e emozioni e voci che trapassano le orecchie e il cuore.
  • Paolo Palumbo, 22enne con Sclerosi laterale amiotrofica (Sla) che insieme a Kumalibre ha cantato (con l’ausilio del sistetizzatoere vocale) un brano scritto da lui che parla della sua condizione intitolato “Io sono Paolo” e che recita “sono la montagna che va da Maometto pur restando disteso nel letto per volare mi bastano gli occhi quelle volte che il mondo sta stretto”
  • Arriva Zucchero! E l’Ariston si risveglia

A fine serata la giuria demoscopica decreta questa classifica

12 Junior Cally
11 Rancore
10 Elettra Lamborghini
9 Enrico Nigiotti
8 Paolo Jannacci
7 Giordana Angi
6 Levante
5 Michele Zarrillo
4 Tosca
3 Pinguini tattici nucleari
2 Piero Pelù
1 Francesco Gabbani

Classifica di stasera più che condivisibile anche se avrei portato più in alto Enrico Nigiotti che ha un bel testo e ha reso una performance decisamente emozionante. Interessante anche Levante.
Su Junior Cally si è detto tanto e credo che tutto si possa racchiudere in un concetto semplice che poi è anche il titolo della sua canzone “No Grazie”
Elettra Lamborghini porta il Reggaeton e il Twerk sul palco dell’Ariston, e se la cava anche bene nonostante le premesse, mi chiedo però, anzi lo chiedo al direttore artistico, ne avevamo veramente bisogno? Michele Zarrillo, (alla sua tredicesima partecipazione sanremese) è una bella inizione di energia ma arriva ormai alla soglia delle 1.30. Una certezza Piero Pelù e una sorpresa i Pinguini tattici nucleari. Primo meritatissimo posto per Gabbani che ad oggi risulta l’artista che più mi ha colpito per completezza tra musica, testo e performance.

E quindi perché solo 6 e mezzo?

Perché cresce il livello musicale ma scende tutto il resto quindi il voto rimane invariato.
La risposta è nelle ultime parole di Tiziano Ferro: “per domani # Fiorello Statte zitto”. E si, perché, dopo le nuove proposte il festival è stato un Fiorello Show ed abbiamo dovuto attendere le 22 per ascoltare la prima canzone in gara. A un certo punto ho anche pensato che il conduttore non fosse più Amadeus ma Fiorello.

5 ore di show intorno a quelli che sono all’incirca 60 minuti (comprese le presentazioni) riservati ai brani in gara.
Forse Amadeus e Fiorello hanno scambiato il Festival con il Varietà del sabato sera?

La classifica generale vede sul podio: Piero Pelù, Le Vibrazioni, Francesco Gabbani.
Domani serata cover con i voti dell’orchestra.

Luisa Navisse
Luisa Navisse

40 anni, nata e cresciuta a Pomezia, mamma di due figlie di 13 e 8 anni, lavoro nelle telecomunicazioni da 17 anni e ritengo che comunicare sia la base di partenza per ogni forma di dialogo. “Ogni persona che incontri sta combattendo una battaglia di cui non sai nulla. Sii gentile sempre” Platone

Rispondi