Sunday, January 19, 2020

Le dive con le quattro ruote

Avatar By Marta Fortunati on 27 Novembre 2019
0 70 Views
image_pdfimage_print

Le dive del cinema non hanno solo capelli setosi, occhi ammalianti e atteggiamenti sensuali. Spesso sono basse e metallizzate, belle, con telai rigidi e alettoni, ma allo stesso tempo imprevedibili come tutte le dive che si rispettino. Sono le macchine utilizzate nelle riprese dei film che hanno fatto la storia del cinema, dalla famosa Aston Martin di James Bond all’auto di ‘Ritorno al futuro’, creata da John DeLorean. Il mix cinema e motori è perfetto: infatti per alcuni film le auto sono vere e proprie co-protagoniste ed in altri casi sono state proprio loro ad essere più famose degli attori. Alcune sono state talmente importanti da avere un gran seguito di lover,  con tanto di rivisitazioni, modellini e addirittura repliche a grandezza naturali. Indipendentemente dal genere di film in cui sono state impiegate, le quattro ruote sul set hanno sempre fatto valere il loro carattere e stile.

Partiamo con un’auto da museo, non tanto per i suoi anni, che ci sono ma non la rendono vecchia, ma per la sua eleganza. Stiamo parlando della storica Aston Martin DB5, una delle auto d’epoca di inestimabile prestigio resa famosa dal terzo film della saga dell’agente segreto James Bond, Agente 007 Missione Goldfinger guidata dall’attore Sean Connery. L’auto in questione è stata munita di armi, paracadute di sicurezza e accessoriata con armi all’avanguardia, pronta a qualsiasi tipo di inseguimento e operazione segreta, dotata di tecnologia innovativa, proprio come ogni ‘agente segreto’ che si rispetti.

Un’altra auto molto famosa, ma utilizzata in tutt’altro genere di avventura cinematografica,  è  la Greased Lightning, della casa automobilistica americana  Ford Motor Company, decappottabile del 1948. Resa celebre con il famoso musical cinematografico del 1978 ‘Grease’ con John Travolta ed Olivia Newton John, assieme alla loro cricca scolastica dei TBirds. I protagonisti si rincontrano casualmente dopo le vacanze estive, e scoprono che la loro amicizia, fatta di litigi e chiarimenti, si trasforma poi in amore.

Una ‘rossa’, la più amata dopo la Ferrari guidata dall’allora giovane Dustin Hoffman, è l’Alfa Romeo Spider o Duetto, che entra in scena nel film ‘Il laureato’, come regalo di laurea appunto. Dustin Hoffman interpreta il neo laureato di ricca famiglia tornato a casa per i festeggiamenti in suo onore, che viene sedotto dalla moglie del socio in affari di suo padre, la signora Robinson. I due divengono amanti, ma la relazione non è proprio destinata ad andare avanti; si separeranno, ma le loro vite continueranno ad essere unite in quanto lui, successivamente si innamorerà della figlia della Robinson.

Un’altra auto di notevole importanza cinematografica è la Lancia Aurelia B24, una delle auto che ha segnato maggiormente la storia del cinema italiano, utilizzata dal grande Vittorio Gassman nel film ‘Il Sorpasso’ di Dino Risi. Auto potente, aggressiva, con allestimenti lussuosi, e all’avanguardia per quell’epoca, è andata in produzione dal 1950 al ’58 ed è stata una delle auto d’élite italiane più apprezzate, non solo in Italia ma anche all’estero. Protagonista del film, segnerà un’epoca della  cinematografia italiana: infatti la pellicola è considerata un capolavoro ed anche una fotografia sociale di quegli anni, con il benessere che si cominciava ad intravedere dopo la fine della Seconda guerra mondiale.

Come non ricordare la Pussy Wagon del celebre film del regista Quentin Tarantino ‘Kill Bill Vol.1’? Film tutto al femminile, dove la protagonista è Uma Thurman e semina morte in segno di vendetta. Altra auto protagonista, questa volta di una commedia divertente, ma con tanti spunti di riflessioni, è il furgoncino della Volkwagen ‘T2  Bulli’ della commedia Little Miss Sunshine del 2006. Una famiglia, apparentemente unita ma con grandi difficoltà di comunicazione, si ritrova ad affrontare un viaggio interminabile verso un concorso di bellezza.

Tra le auto sportive che hanno fatto ‘da spalla’ ai più’ noti volti del cinema di ieri e di oggi, ricordiamo lo spericolato Steve Mc Queen a bordo dell’auto sportiva la Ford Mustang GT390 e la strana auto della pellicola ‘Robocop’, ovvero una  Pontiac 6000. Poi c’è la macchina di Batman, la Batmobile, famosa per il personaggio alla sua guida, nel film diretto da Tim Burton: sembra infatti che la vettura, per quanto possa essere difficile credere, fosse realmente funzionante. Concludiamo poi ricordando ‘Fast and Furious’,  la saga più famosa delle corse di auto, iniziata con il primo film nel 2001 e andata avanti fino al 2019. Nel film si intrecciano storie d’amore, regolamenti di conti, ed inseguimenti surreali con auto ‘truccate’.

Rispondi