Sunday, May 19, 2019

Avengers – EndGame

Luisa Navisse By Luisa Navisse on 27 Aprile 2019
0 118 Views

Fine dei giochi
Ecco… Io all’uscita dal cinema mi sento un po’ così, come se avessi finito di giocare. Io che sono andata a Eurodisney più per i supereroi che per Topolino o le principesse. Io che sono cresciuta nell’universo Marvel, io che ho sempre cercato il volto di Stan Lee in ogni film, io che ho amato Tony Stark dal momento in cui ha pronunciato le parole “Io sono Iron Man”

Facciamo un po’ di storia di quella che viene chiamata La Saga dell’Infinito.
Il progetto prende vita con il primo Iron Man a cui seguono l’Incredibile Hulk, Iron man 2, Thor e Captain America fino a The Avengers, film del 2012 in cui compaiono per la prima volta insieme e che conclude la Fase 1.
La fase 2 parte subito con Iron Man 3, Thor the dark world, Captain America the Winter soldier, Guardiani della galassia 1 e 2, Ant Man, e si conclude con Avengers Age of Ultron.
La fase 3 si apre con Captain America: the civil war, e prosegue con Spiderman: the homecoming, Doctor Strange, The Black Panther, Thor Ragnarok, Antman and the wasp, Avenger infinity War, Capitan Marvel e tutto si conclude con Avengers EndGame

Ecco, adesso viene il difficile, fare una buona recensione senza spoiler, sarà una fatica.
All’inizio del film ritroviamo una squadra stanca, delusa, e distrutta dalle perdite. Ci vorranno 5 lunghi anni e il ritorno a sorpresa di Ant Man per riaccendere la speranza e la voglia di muoversi per sistemare le cose, con l’unico modo che tutti avevamo pensato in questi mesi, il viaggio nel tempo. Ora però facciamo che per evitare spoiler non vi dico altro sulla trama, passiamo ai dettagli. Se avete seguito la saga in questi anni sapete che le 6 gemme dell’infinito sono sempre state protagoniste o comunque vicine ai nostri eroi, questo film ci fa cogliere tutti quei momenti, con riferimenti precedenti importanti e Cameo fondamentali. Sarebbe un piacere elencarveli uno ad uno ma non voglio rovinarvi la sorpresa. Vi confermo però che anche questa volta abbiamo un Cameo di Stan Lee.

Una cosa però devo dirvela, questa è veramente la fine, dopo Infinity war avevamo speranze, Doctor Strange aveva avvertito Stark, tra tutti i futuri alternativi esplorati esisteva una sola possibilità. Ed eccola la nostra sola e unica possibilità. Ed è proprio nelle mani di Iron Man.
Ma vi sto raccontando troppo, vi dico solo che tutto finisce con la stessa frase con cui è iniziato: “Io sono Iron Man

Ok adesso basta davvero, andate a vedere questo film, più lungo e più lento rispetto ai ritmi a cui siamo abituati, ma i capitoli finali sono sempre più riflessivi ed era necessario dare ad ogni personaggio lo spazio che meritava per chiudere la propria storia. Insomma, io ho pianto tanto ve lo dico, e quell’inutile attesa di qualcosa alla fine dei titoli di coda che stavolta non c’era mi ha dato il colpo di grazia, ma io sono solo una ragazzina innamorata.

Comunque non disperate, ci sono nuovi titoli all’orizzonte… Spiderman Far From Home, Guardiani della galassia 3, Doctor Strange 2, certo il mondo non sarà più lo stesso senza gli Avengers ma ci saranno sempre dei supereroi a proteggerlo!

Luisa Navisse
Luisa Navisse

40 anni, nata e crescita a Pomezia, mamma di due figlie di 13 e 8 anni, lavoro nelle telecomunicazioni da 17 anni e ritengo che comunicare sia la base di partenza per ogni forma di dialogo. “Ogni persona che incontri sta combattendo una battaglia di cui non sai nulla. Sii gentile sempre” Platone

Rispondi