Saturday, September 21, 2019
  • Saturday, September 21, 2019
  • webmail

Nei giorni scorsi, per una settimana intera, Pomezia ha partecipato insieme ad altri 50 comuni ad un concorso nazionale organizzato dalla Hasbro, nota marca di giocattoli, per contendersi il titolo di “Città del gioco“. Siamo arrivati terzi ma l’esperienza ci ha regalato una soddisfazione da primo posto.

L’organizzazione dell’evento è stata seguita a titolo gratuito, per conto del Comune di Pomezia, dal Comitato di Quartiere Nuova Lavinium, che con la collaborazione dell’associazione “Mamme di Pomezia”, l’indispensabile contributo di tanti volontari e degli Scout, ha portato il “gioco” e quindi il sorriso ovunque si è presentata l’occasione per far giocare piccoli e grandi. Un’avventura di una settimana trascorsa nelle scuole elementari e medie, negli Oratori, nella sede del Comitato di Nuova Lavinium, e in piazza Indipendenza, dove la manifestazione si è aperta sabato 16 novembre con la partecipazione del Sindaco e della Giunta, e dove si è conclusa domenica 24 novembre con una grande festa in occasione della giornata dedicata alle associazioni.

Pomezia Città del Gioco

In questi giorni, pur sfidando le avverse condizioni meteo, e a volte la poca disponibilità di chi non aveva compreso appieno lo spirito della manifestazione, sono stati raggiunti dei risultati a dir poco insperati e quasi incredibili se fossero stati pronosticati in anticipo: fino a sabato Pomezia era al primo posto! Domenica 24 novembre abbiamo ceduto il passo a Palermo ma siamo rimasti sul podio al terzo posto conseguendo un grande risultato, ossia la consapevolezza che quando si lavora seriamente, a qualunque progetto che abbia un fine “pulito” per la collettività, i risultati ci sono e si vedono. Sono rimaste poi le tante soddisfazioni che hanno ripagato gli sforzi fatti da parte di tutti i volontari che hanno “rubato” del tempo alle loro attività quotidiane e che conserveranno tra i loro ricordi più belli il sorriso e il divertimento delle centinaia di bambini incontrati in questo “tour del gioco”.

Pomezia ha dimostrato in questo modo che si può conseguire un obiettivo importante ossia quello di progredire grazie alla partecipazione attiva dei suoi cittadini, sia come singoli sia come realtà associative, e proprio quest’ultime, pur mantenendo ognuna la propria identità, hanno il dovere di collaborare insieme per migliorare il tessuto sociale di una città che ha grandi potenzialità da valorizzare.

Apprezziamo infine che il Comune di Pomezia abbia iniziato, a partire dall’evento della Città del Gioco, a coinvolgere e ad impegnare in prima persona le Associazioni, rendendole protagoniste, assieme all’Amministrazione stessa, delle attività che riguardano la nostra città. Non resta che darci appuntamento alla prossima sfida: l’organizzazione degli eventi del periodo Natalizio.

Rispondi