1

Firmato il “Patto per la Lettura della Città di Ciampino”

Firmato ieri mattina il “Patto della lettura della Città di Ciampino”, uno strumento di promozione della lettura che si pone l’obiettivo di creare una rete di collaborazione permanente fra tutte le realtà culturali del territorio.

All’iniziativa hanno preso parte la Sindaca Emanuela Colella, gli Assessori Umberto Verini e Alessandra Mantuano, la Dirigente Elena Lusena, i dipendenti degli uffici preposti e le seguenti realtà: Biblioteca comunale “Pier Paolo Pasolini”, Consorzio SCR, Fondazione per la Cultura dei Castelli, Fondazione Il Campo dell’Arte Diffusamentemuseo, gruppo di lettura gli “Equilibristi del giovedì”, libreria Mondadori, IC da Vinci, associazione Pro Loco, libreria Ven.Pr.Ed, associazione Arianna, associazione Batticinque, associazione Officine Civiche e gli scrittori Nicola Viceconti e Patrizia Gradito.

“Il Patto per la lettura – ha commentato la Sindaca – rappresenta un punto di partenza per ottenere il riconoscimento nazionale di “Città che legge” dal Cepell. Un accordo tra pubblico e privato per promuovere la lettura e avviare iniziative che ne favoriscano lo sviluppo, riconoscendo il diritto di leggere come fondamentale per tutti i cittadini. È nostro obiettivo abbattere le barriere e porre una particolare attenzione verso i cittadini più fragili. La sottoscrizione del Patto è stata la prima delibera di Giunta che abbiamo firmato – ha proseguito la Prima Cittadina – segno dell’importanza che la cultura riveste per la nostra Amministrazione”.




Aree verdi attrezzate a Pomezia e Torvajanica: terminata l’installazione dei nuovi gazebo con tavolo e seduta

Terminata l’installazione di 6 nuovi gazebo in legno dotati di tavolo e seduta presso le aree verdi di Via Catullo, Via Augusto Imperatore, Via Afrodite, Via Vinci e del complesso comunale Selva dei Pini.

Con questi 6 nuovi gazebo in legno dotati di tavolo e sedute i cittadini avranno nuovi servizi e spazi di socialità liberamente fruibili all’interno delle aree verdi urbane, già dotate diffusamente di giochi per i più piccoli, aree cani e barbecue. A queste nuove attrezzature seguiranno nelle prossime settimane la riqualificazione dei giardini Falcone e Borsellino, con nuove panchine, cestini e un’area giochi interamente rinnovata e il restyling dei giardini di Via Roma/Via Durando, in corso proprio in questi giorni.

Con quelli attrezzati questi giorni, diventano 16 i gazebo dislocati nelle aree verdi urbane a disposizione della cittadinanza.




Andrea Del Monte racconta Pasolini nel centenario della sua nascita

I cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini sono stati ricordati con diverse iniziative realizzate in tutto il Paese e la Compagnia dei Lepini ha deciso di organizzare un tour dello spettacolo di Andrea Del Monte proprio per celebrare il poeta, scrittore, regista, sceneggiatore, attore e drammaturgo italiano morto ad Ostia nel 1975. Il giovane cantautore pontino ha dedicato al poeta friulano un libro che contiene ventuno interviste, tre racconti e undici canzoni.

Quelli di Del Monte sono contributi inediti e interessanti di personaggi straordinari della cultura contemporanea che, come tessere di un puzzle, provano a ricostruire insieme l’immagine di uno degli intellettuali più controversi del secolo scorso. Il suo, chiamato “Puzzle Pasolini” come il tour che sta per iniziare, è un libro “musicale”, con le undici canzoni che si possono ascoltare dal Qr code di Spotify posto nella bandella della quarta di copertina. Canzoni che sono poesie scritte da altrettanti poeti che Del Monte ha poi musicato e cantato. Il tour, con gli spettacoli che avranno inizio alle 21, prenderà il via il 31 luglio nel complesso monumentale di Sant’Oliva a Cori, per proseguire il 10 agosto a Sezze nell’arena del Centro Sociale “U. Calabresi”, l’11 agosto a Norma in via Mura Castellane, il 13 agosto a Sermoneta alla Loggia dei Mercanti, il 19 agosto a Segni alla Cisterna romana, per concludersi il 26 agosto a Priverno in Piazza Trieste.

LEGGI IL PROGRAMMA

Il programma degli spettacoli prevede la partecipazione di alcuni personaggi intervistati o di autori delle canzoni, “Caro poeta, caro amico”: due monologhi del performer Pier Luigi Polisena e il concerto del cantautore Andrea Del Monte e del chitarrista Roberto Cardinali, che ha partecipato anche alla realizzazione dello stesso disco:

“Pier Paolo Pasolini – ha spiegato il presidente della Compagnia dei Lepini Quirino Briganti – ci ha lasciato in eredità tanta cultura che a distanza di quasi 50 anni dalla sua scomparsa resta attualissima e ancora da analizzare con attenzione. E’ per questo motivo che abbiamo deciso di sostenere questa iniziativa, che si spera possa avvicinare anche i più giovani al genio di questo personaggio che ci ha lasciato troppo presto”.




VALENTINA OLLA AL MUSEO ORTO BOTANICO DI ROMA CON LO SPETTACOLO SU RITA LEVI MONTALCINI, A DIECI ANNI DALLA SCOMPARSA DEL PREMIO NOBEL

 

 

 

Rita Levi Montalcini, neurologa, accademica e senatrice a vita italiana, Premio Nobel per la medicina nel 1986: a quasi 10 anni dalla scomparsa anche il teatro vuole celebrarne il genio e l’eredità con lo spettacolo “Rita, un genio con lo zucchero filato in testa” di e con Valentina Olla e Sabrina Pellegrino, che ne cura la regia, prodotto da Uao Spettacoli e patrocinato da AISM, Associazione Italiana Sclerosi Multipla, in scena a Roma il 24 luglio alle ore 21.

 

Il Museo Orto Botanico di Roma, per l’occasione visitabile, sarà cornice per lo spettacolo, inserito nella rassegna “E-state insieme” del Teatro 7 di Roma diretto da Michele La Ginestra. Immersi nella rigogliosa vegetazione del museo a cielo aperto, gli ospiti scopriranno la storia di una giovane autrice, nella fattispecie la Olla, che si ritrova a scrivere uno spettacolo sulla vita di Rita Levi Montalcini: un’impresa quasi impossibile, apparentemente. Nulla sembra essere abbastanza intelligente, le parole diventano banali di fronte alla grandezza di una mente così elevata.

 

La scrittrice inizia così un percorso di fantasia a ritroso nel tempo nella vita della scienziata dall’ “anima imprendibile”, entrando con l’immaginazione nei panni della madre, della sorella e di Rita stessa da ragazza.

 

La vita e i pensieri della scrittrice cominciano un pò per volta ad intrecciarsi a quelli della scienziata, a volte in sintonia, a volte assolutamente agli opposti, in un monologo surreale a più voci, nel quale intervengono un giornalista impertinente interpretato da Marco D’Angelo e la musica di un pianoforte, le cui note sono accarezzate da eleganti movimenti coreografici.

 

“Sono emozionata – spiega Valentina Olla – perché è un progetto che mi ha travolto: era partito come un semplice reading, visto che la Montalcini ha scritto tantissime cose molto interessanti. Successivamente, mi sono accorta che la figura di questa donna è un concentrato di materiale umano che volevo e voglio raccontare: scienza, guerre, discriminazione di genere, la difficoltà di affermarsi in un mondo di uomini ed io mi sento di riassumere quanto ho imparato dalla vita di una ragazza di 103 anni. Lo spettacolo è ambasciatore di grande speranza, sia per i giovani (lei stessa diceva che il futuro è nelle loro mani) sia per gli anziani perché la Montalcini ha sostenuto con innumerevoli prove scientifiche che il cervello continua a crescere se allenato e, dunque, l’anziano va tutelato dalla società e tenuto vivo con degli interessi; credo che sia un messaggio positivo. Mi sento di dire che Rita Levi Montalcini non ha mai cessato di vivere, è ancora qui, con noi ed ora più che mai, in questo momento così complicato per il mondo, abbiamo bisogno dei suoi insegnamenti”.

 

L’ironia dell’autrice e la saggezza della scienziata, attraversano 100 anni di storia, per ritrovarsi alla fine a parlare tra loro come due vere amiche. Ed è proprio da questo incontro di fantasia che germoglia il coraggio della scrittrice di iniziare a scrivere il suo spettacolo, perché come le ha suggerito la sua “amica” Rita, “nella vita bisogna osare, mai rassegnarsi o arrendersi. Bisogna tenere lo sguardo verso la luce… e le ombre poi ti cadranno alle spalle”.

 

Il progetto vanta il patrocinio di AISM, Associazione Italiana Sclerosi Multipla. Un sostegno importante da parte di un’associazione, di cui la Montalcini è stata Presidente e Presidente onorario, che ha messo al centro della sua azione i bisogni delle persone con SM e ha dedicato impegno e energie alla ricerca scientifica, riservando una particolare attenzione ai giovani ricercatori, che a lei stavano molto a cuore. In virtù di questo impegno, AISM ha creato il premio e la borsa di studio Rita Levi Montalcini dedicata proprio ai giovani ricercatori e ai ricercatori senior. “Vedremo la luce in fondo al tunnel” era la frase che ripeteva sempre.  AISM ha fatto tesoro del patrimonio culturale che Rita Levi Montalcini ha lasciato in eredità e da oltre 50 anni promuove, indirizza e finanzia la ricerca affinché si possa arrivare a trovare le cause di questa malattia e quella cura che ancora non c’è.

 

 

Contatti

Per info e prenotazioni: 333.5001699

 




Santa Procula in Festa 2022

Festeggiamenti in onore di S. Isidoro Agricoltore

 

Dal 14 al 17 luglio torna Santa Procula in Festa 2022, Festeggiamenti in onore di Sant’Isidoro Agricoltore che si terranno in Piazza Araldo di Crollalanza a Santa Procula

Evento organizzato dalla Parrocchia di Sant’Isidoro Agricoltre e con il Patrocinio del Comune di Pomezia.

Tutti i giorni dalle ore 19:30 apertura degli stand gastronomici e pesca di beneficienza.

 

Ecco il programma:


GIOVEDI’ 14 LUGLIO
Ore 18:30 Apertura dei Festeggiamenti e benedizione del Parroco
Ore 19:00 Santa Messa
Ore 19:30 1° Torneo Padel Sant’Isidoro  8° di finale presso Globo 69 Padel Indoor
Ore 20:15 Esibizione Scuola di Ballo
Ore 21:15 Balliamo insieme con “I Due Note Orchestra

Piatto del giorno Rigatoni Amatriciana – Cotiche e Fagioli

 

VENERDI’ 15 LUGLIO
Ore 18:00 Torneo di Marafona
Ore 19:00 Santa Messa
Ore 19:30 1° Torneo Padel Sant’Isidoro  4° di finale presso Globo 69 Padel Indoor
Ore 20:15 Esibizione Scuola di Ballo
Ore 22:15 Cabaret con Fabrizio Gaetani

Piatto del giorno Pennette alla Norma – Rigatoni alla Norcina – Trippa alla romana

 

 

SABATO 16 LUGLIO
Ore 17:00 Giochi senza Frontiere Pomeriggio in festa per ragazzi e ragazze a cura dell’Azione Cattolica dei ragazzi di Sant’Isidoro
Ore 19:00 Santa Messa
Ore 19:30 1° Torneo Padel Sant’Isidoro  Semifinali presso Globo 69 Padel Indoor
Ore 20:15 Esibizione Scuola di Ballo
Ore 22:00 College in concerto

Piatto del giorno Orecchiete broccoli e salsiccia – Cotiche e fagioli, Pennette pomodorini rucola e pesto

 

DOMENICA 17 LUGLIO
Ore 09:30 Solenne processione in onore di Sant’Isidoro Agricoltore a seguire Santa Messa
Ore 19:00 Santa Messa
Ore 19:30 1° Torneo Padel Sant’Isidoro  Finale presso Globo 69 Padel Indoor
Ore 20:15 Esibizione Scuola di Ballo
Ore 21:15 Balliamo insieme con  Stylnovo Live
Ore 22:45 Premiazione 1° Torneo Padel Sant’Isidoro
Ore 23:15 Spettacolo pirotecnico
Ore 23:30 Estrazione Lotteria

Piatto del giorno Mezze penne alla Nerano Fusilli alla puttanesca Pecora alla callara




Presentata la VII edizione di Ardea Jazz

Da giovedì 14 a lunedì 18 luglio tutte le sere concerti gratuiti nel cuore della città
Fra gli ospiti: Sara Berni, Greta Panettieri, Gegè Telesforo e Paolo Fresu

 

È stata presentata nella tarda mattinata di oggi (martedì 5 luglio) nella Sala consiliare “Sandro Pertini ad Ardea, la 7ᵃ edizione di Ardea Jazz, il festival del jazz in programma da giovedì 14 a lunedì 18 luglio ad Ardea. Alla presenza dei rappresentanti dei media locali, al tavolo c’erano, oltre al direttore artistico della Filarmonica Raffaele Gaizo, l’Assessore al Turismo della Regione Lazio Valentina Corrado il sindaco di Ardea Maurizio Cremonini ed il consigliere del comune di Ardea Lucio Zito. «La settima edizione porterà ad Ardea, come sempre accade con il nostro Festival, molti dei nomi fra i più prestigiosi del panorama jazzistico internazionale e tante novità, a cominciare dai giorni, che passano da tre a cinque – ha affermato Raffaele Gaizo direttore artistico della Filarmonica – fra le novità mi piace segnalare “Open Space Jazz”, un’iniziativa che darà la possibilità a nuove formazioni jazz di suonare in pedana prima dei concerti tutte le sere da venerdì 15 a Lunedì 18». Per l’Open Space Jazz alle ore 20.00 si esibiranno venerdì 15 i “Messed Up”, sabato 16 i “Mo’ Better Trio”, domenica 17 “La Maison Corbeau” e lunedì 18 la “Old Dixe & Swing Band”.

 

 

La VII edizione di Ardea Jazz è organizzata dall’Associazione Ardeafilarmonica con il contributo dell’Assessorato al Turismo della Regione Lazio ed il patrocinio del Comune di Ardea. «È una manifestazione che arricchisce Ardea e anche in questa edizione “post covid” e con le dovute precauzioni, permetterà a cittadini e turisti di vivere le aree storiche in un particolare contesto culturale/musicale» ha aggiunto Maurizio Cremonini sindaco di Ardea. Il via ufficiale sarà dato Giovedì 14 Luglio come da tradizione, dall’Ardeafilarmonica e dalla Old Dixe & Swing Band, che proporrà un repertorio di jazz classico tradizionale che spazierà dall’epoca di New Orleans fino ad arrivare all’era dello swing. Il Concerto si terrà sulla storica e suggestiva gradinata di Via Catilina. «Da sempre con Ardea Jazz si sono valorizzate le potenzialità della città, negli anni è cresciuta in modo esponenziale – ha proseguito Lucio Zito consigliere del comune di Ardea – il nostro auspicio è realizzare un brand di Ardea e Ardea Jazz ne entrerà a far parte a pieno titolo».

Nell’ambito del Festival del Jazz spazio anche a due seminari, ospitati nella Sala Consiliare “Sandro Pertini” del Comune di Ardea: giovedì 14 alle ore 18.00 un seminario sulle percussioni, “Il Tamburo parlante” tenuto da Antonello Mazzeo, batterista storico di Franco Califano. Sabato 16 sempre alle ore 18.00 una clinic sulla cura degli strumenti a corda, quali prodotti usare e come utilizzarli per la corretta manutenzione dello strumento, GUITAR Make-up sarà curato da Liuteria Voodoo Guitars.
I due seminari sono gratuiti ed aperti a tutti. Info: 3471437326 oppure [email protected]

Da Venerdì 15 a Lunedì 18 al Foro Romano di Ardea, più noto come l’area archeologica “Casarinaccio”, sarà allestita una location ad hoc per tutti i concerti del Festival. «La regione ha voluto sostenere questa manifestazione che va oltre i confini regionali, grazie agli ospiti di alto livello che di anno in anno intervengono, e che è rilevante non solo per la creatività che veicola il jazz, ma anche per il valore che l’evento porta sul territorio, attraendo turisti e facendo scoprire il potenziale culturale che qui esiste – ha sottolineato Valentina Corrado Assessore al Turismo ed Enti Locali della Regione Lazio – La presenza di stand enogastronomici uniti a musica, cultura e alle 2 bellezze storico archeologiche, nonché all’ingresso gratuito ai musei previsto per l’occasione, rendono Ardea Jazz il fulcro di un prodotto turistico integrato. Questo Festival rappresenta l’icona brand attrattiva di un territorio che vogliamo far conoscere sempre di più, in quanto rientra in quell’insieme di meraviglie che abbracciano Roma».

La 7ᵃ edizione di Ardea Jazz proseguirà Venerdì 15 Luglio con la vocalist Sara Berni che presenterà il suo Q&A Project una composizione originale che unisce il Jazz al Pop con influenze Blues, Soul, Funk, mantenendo la magia dell’improvvisazione unita ai suoni world. Sul palco con Sara Berni, Luca Mannutza al piano, Luca Bulgarelli al Contrabbasso, Valerio Vantaggio alla Batteria e Livia De Romanis al Violoncello. Sabato 16 Luglio sarà la volta di Greta Panettieri. Cantante, musicista, paroliera e scrittrice Greta Panettieri è una delle più eclettiche e talentuose artiste italiane, vissuta a New York vanta collaborazioni con i grandi della musica nei suoi vari tour in giro per il mondo. Si esibirà in quartetto con Andrea Sammartino al pianoforte, Daniele Mencarelli al Contrabbasso e Alessandro Paternesi alla batteria. Domenica 17 Luglio sul palco di Ardea Jazz il miglior esempio dell’attuale tradizione jazzistica italiana, il cantante, il musicista, il conduttore televisivo e radiofonico, il mito, Gegè Telesforo con il suo Impossible Tour 2022 insieme a Domenico Sanna al Pianoforte, Pietro Pancella al Contrabbasso, Michele Santoleri alla Batteria e Daniela Spalletta alla Voce. A chiudere la 7ᵃ edizione del festival del jazz di Ardea Lunedì 18 Luglio uno fra i maggiori artisti della scena jazz contemporanea, Paolo Fresu con lo spettacolo ‘Ferlinghetti’. Il famoso trombettista e flicornista si esibirà con Dino Rubino al pianoforte, Marco Bardoscia al Contrabbasso e Carlo Maver al bandoneon, il concerto prevede l’esecuzione della colonna sonora del docufilm “The Beat Bomb”, realizzato dal regista Ferdinando Vicentini Orgnani.

Ricordiamo che tutti i concerti sono gratuiti e l’ingresso è libero fino ad esaurimento posti. È gratuito anche l’ingresso, per chi volesse, al Museo Giacomo Manzù e alla Casa Museo Franco Califano.




A LATINA LA PRIMA ASSOCIAZIONE ITALIANA DI CAPI PANEL

Nasce a Latina la prima associazione italiana di Capi Panel di analisi sensoriali per gli oli vergini di oliva.

Si chiama A.Ca.P. (Associazione Capi Panel riconosciuti) e avrà la sede nei locali del Capol (Centro assaggiatori produzioni olivicole di Latina), presso il Consorzio Industriale Laziale di via Carrara.

Da ricordare che le analisi sensoriali degli oli vengono effettuate da un Panel, un gruppo di assaggiatori iscritti al relativo Albo/Elenco nazionale, diretto, come prevede la norma, da un Capo Panel, in inglese Panel Leader.

I soci fondatori di questa associazione sono tutti Capi Panel di un Comitato di assaggio degli oli riconosciuto e autorizzato dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali (Mi.P.A.A.F.). Eccoli: Giulio Scatolini (Umbria), Domenica Luana Leo Imperiale (Puglia), Luigi Centauri (Lazio), Giuseppe Cicero (Sicilia), Giampiero Cresti (Toscana), Giuseppe Giordano (Calabria) e Marino Giorgetti (Abbruzzo).

L’atto costitutivo è stato firmato, nei giorni scorsi, davanti al notaio Antonio Fuccillo. Presidente è Giulio Scatolini, vicepresidente Domenica Luana Leo Imperiale e segretario/tesoriere Luigi Centauri.

“La costituzione di questa assocazione – ha affermato il presidente – è di rilevante importanzaper la difesa dei produttori, in particolare di quelli virtuosi, dell’etica e della qualità dell’olio italiano, Olio che non potrà mai essere una commodity, ma che al contrario è un testimone della biodiversità, della sostenibilità e del paesaggio”. In particolare, l’Associazione punta a tutelare gli interessi e la qualificazione professionale dei Capi Panel. E lo fa intervenendo “in forma propositiva e consultiva presso gli Enti pubblici e privati e presso qualsiasi soggetto interessato per l’applicazione, la modifica, il coordinamento, l’emanazione di normative in materia di oli vergini di oliva” e intervenendo “in difesa degli interessi e dei diritti della categoria presso qualsiasi organo o sede”.

Potrà inoltre: collaborare con qualsiasi altro soggetto che opera nello stesso settore od in altri settori affini; organizzare studi, ricerche e indagini; promuovere, tutelare e valorizzare la biodiversità olivicola nazionale e internazionale; curare la realizzazione di pubblicazioni, direttamente o tramite terzi; studiare, realizzare e diffondere materiale illustrativo e didattico di qualsiasi natura; partecipare, aderire o collaborare con altri organismi pubblici o privati, stipulare con essi accordi e convenzioni; partecipare ad iniziative svolte da terzi, purché aventi finalità analoghe a quelle statutarie; collaborare con i propri associati e con terzi per la definizione e l’applicazione di standard qualitativi; svolgere la propria attività utilizzando segni distintivi, marchi e loghi; organizzare e tenere corsi di formazione professionale; indire concorsi e/o gare in proprio o per conto di Enti pubblici o privati, in materie attinenti alle finalità associative; infine, gestire in proprio o in collaborazione con altri soggetti, attività promozionali nel settore enogastronomico (banchi di assaggio, degustazioni, assaggi con abbinamenti gastronomici).

Possono aderire all’Associazione, in qualità di soci onorari, tutti i soggetti, anche diversi da persone fisiche, che, nell’ambito della propria attività professionale, statutaria o istituzionale, operino nel settore oleario, e, in qualità di soci ordinari, tutti i Capi Panel, anche stranieri.




Scuola: Dedica della Palestra dell’ICS Orazio al Preside Marco Coluzzi

L’Assessora ai Servizi Sociali Miriam Delvecchio ha partecipato alla cerimonia per la dedica della Palestra dell’Istituto Comprensivo Statale Orazio al Preside Marco Coluzzi, scomparso il 18 agosto 2015.

Affissa la targa, realizzata dalla professoressa Di Lascio, che rievoca una delle frasi che il Preside Coluzzi soleva ripetere agli alunni: “Ci sarà sempre una caramella ad aspettarvi”.

Presenti alla cerimonia il Dirigente Scolastico prof. Caterina Di Tella e i familiari di Marco Coluzzi, la Presidente della Commissione Bilancio Marcella Conte, il Consigliere Comunale Stefano Maggio e l’ex Presidente del Consiglio d’Istituto Saverio Pagiuso.

Fare il preside è una missione – ha dichiarato l’Assessora Miriam Delvecchio – e come questa missione viene svolta influisce sulla vita degli alunni. L’insegnamento del Preside Coluzzi è nel suo esempio: l’ascolto dei ragazzi, l’andare loro incontro. Perché educare non vuol dire solo punire per gli errori, ma insegnare che a quegli errori c’è rimedio”.




Pomezia: la vice Sindaco incontra il nuovo Presidente APA Mario Sante Belli

Morcellini: prosegue proficua collaborazione con gli albergatori del territorio

Con oltre 2000 posti letto giornalieri, due musei, il mare e gli sport acquatici, le bellezze boschive della Sughereta, due parchi di divertimento, un outlet e la vicinanza a Roma e a due importanti hub aereoportuali internazionali, Pomezia rappresenta una meta d’ eccellenza dal punto di vista turistico. – dichiara la Vice Sindaco Simona Morcellini – Centrale in questi anni  è stata la collaborazione con gli albergatori, una sinergia che ha contribuito in maniera determinante al grande lavoro di stesura del piano di marketing turistico e territoriale della città e del progetto di una DMO turistica”.

Con molto piacere – aggiunge Mario Sante Belli – ho incontrato la vice Sindaco Simona Morcellini e alcuni membri dello staff del sindaco. In tale occasione abbiamo avuto modo di scambiarci dei brevi propositi per la continuazione della collaborazione tra l’Associazione Albergatori di Pomezia e l’Amministrazione comunale. Ringrazio soprattutto la dottoressa Morcellini per la sensibilità dimostrata nei confronti del nostro settore, in questo momento di particolare difficoltà. Sono certo che l’interesse di tutti noi è migliorare e far crescere il nostro territorio.”

Nel dare il benvenuto e augurare buon lavoro al neo Presidente Mario Sante Belli, l’Amministrazione comunale ringrazia il Presidente uscente Alessandro Mazzieri per il grande contributo professionale e umano profuso in questi anni.




Comune di Ciampino, la cerimonia di insediamento della nuova Sindaca Emanuela Colella 

Si è svolta ieri pomeriggio presso la sala comunale Iqbal Masih la cerimonia di insediamento della nuova Sindaca di Ciampino Emanuela Colella.

“Vorrei ringraziare tutti i cittadini – ha dichiarato la Sindaca durante il suo discorso – per aver dimostrato un così forte senso di comunità: da questo vorrei ripartire, perché solo insieme possiamo guidare Ciampino verso un futuro più luminoso”.

“Partiremo da subito con un’opera di manutenzione ordinaria e straordinaria della Città – prosegue –, dai parchi, al cimitero, fino alle strade, i marciapiedi, la viabilità, l’arredo urbano e la biblioteca comunale. Il lavoro da fare è tanto, vogliamo una città efficiente, inclusiva, funzionale e attraente dal punto di vista culturale e associativo”.




Aprilia: 2 luglio va in scena “Sommerse”; lo spettacolo contro la violenza di genere

“Sommerse”; arriva in scena il prossimo 2 luglio presso il Parco Falcone e Borsellino di Aprilia (Lt), ingresso libero

Il progetto vincitore del Bando “Comunità solidali 2020” della Regione Lazio e con risorse Ministero del Lavoro, che ha coinvolto gli studenti e studentesse delle classi prime e seconde degli Istituti di istruzione superiore “Carlo Rosselli” e “Latina formazione e lavoro” di Aprilia, giunge così alla sua fase finale, dopo una serie di incontri che hanno visto i ragazzi e le ragazze confrontarsi con le operatrici del Centro Antiviolenza sui temi della violenza di genere e essersi messi in gioco nella realizzazione di uno spettacolo teatrale, coadiuvati dal regista Giuliano Leva.

 

«L’impegno della nostra associazione e del partner Centro anti violenza Donna Lilith», riferisce il Regista Giuliano Leva, «è quello di innescare un meccanismo ad effetto domino su tutto il territorio attraverso la rappresentazione teatrale, facendo emergere in modo inusuale e innovativo il disagio delle vittime di violenza e i mezzi come contrastarla».
Le attività che da febbraio a oggi, hanno coinvolto i ragazzi e le ragazze, sono state realizzate dall’associazione Colori del Mondo APS in collaborazione con l’associazione Centro donna Lilith APS di Latina e il sostegno dell’assessore alla Pubblica Istruzione e Cultura, Gianluca Fanucci e dell’assessora all’Assistenza e Servizi Sociali, Sanità, Pari Opportunità e rappresentanza di genere, Francesca Barbaliscia, del Comune di Aprilia. Così il prossimo 2 luglio, dopo aver lavorato alla sceneggiatura, saranno direttamente gli studenti e le studentesse a salire sul palco per parlare della violenza di genere e del suo contrasto.

 

 

A chi ne farà richiesta sarà consegnata una copia dvd dello spettacolo.
Il cast della serata: Giuliano Leva (regista) con Alessio Fratocchi, Fabiana Mercuri, Giada Celli, Angelica
Miatello, Emma Grande, Giacomo Caroli, Ludovica Leva, Azzurra Vattone, Anita Vacca, Tecnico Daniel
Chiamese, Tecnica Sara Triveri.
ATTORI E ATTRICI Pietro Theroux, Cristiano Puddu, Alessia Elena Capua, Ornella Sferlazzo.
BALLERINA Giulia Francescotti

 

COMUNICATO STAMPA




Torna a Latina Altre Storie, la rassegna di musica, cultura e spettacolo alla Parrocchia di San Luca a Latina

Terza edizione per la manifestazione sotto la direzione artistica di Ferdinando Cedrone e Gioconda Bartolotta – Dal 17 giugno e per tre fine settimana tantissimi eventi si susseguiranno nell’oratorio e nell’anfiteatro attigui alla chiesa

LA RASSEGNA

Prende le mosse il 17 giugno la terza edizione di Altre Storie, la rassegna organizzata dall’associazione Quartieri Connessi con la Parrocchia di San Luca sotto la direzione artistica di Ferdinando Cedrone e Gioconda Bartolotta.

Si tratta di tre lunghi fine settimana che si dipanano tra musica e cultura nell’oratorio e nell’anfiteatro della struttura religiosa.

La rassegna Altre Storie è nata nel 2018 e dopo due anni di stop causa Covid torna a offrire uno spazio di coesione sociale, senso di comunità e di appartenenza.

IL PROGRAMMA

Si comincia venerdì 17 giugno alle 18 con l’apertura ufficiale della rassegna, che debutta con il concerto degli studenti dell’I.C. “Don Milani”. Alle 20.30 andrà in scena la prima serata del contest musicale “Altre Stelle” e, a seguire, alle 21.30 è previsto il concerto dei Soul and the Gang, con i grandi successi di Michael Jackson, Amy Winehouse, Madonna e tanti altri in chiave pop-soul.

Per il contest l’iscrizione è gratuita fino a esaurimento posti sia per cantanti sia per le band.

Sabato 18 giugno alle 18 è tempo per i più piccoli con l’appuntamento Ad alta voce. Letture di albi e giochi per bambini e bambine dai 4 ai 10 anni. A cura di Botteghe Invisibili. Alle 20.30 seconda serata del contest e alle 21.30 solcheranno le tavole del palco Tony Montecalvo & The Dream Catchers, con la loro amata miscela di Folk-Rock-Blues-Country suonata con gli strumenti della tradizione americana.

Per concludere il primo week end domenica 19 alle 18 si parlerà di rifiuti con ABC: La raccolta differenziata in Q4 Q5. Aggiornamenti, criticità, dubbi, consigli. Intervengono dirigenti e tecnici di ABC.

Alle 20 Ferdinando Cedrone, il presidente dell’associazione Quartieri Connessi e direttore artistico della rassegna, curerà l’appuntamento Comunicare efficacemente: Ascolto attivo, linguaggio del corpo, public speaking.

Alle 21 l’archeologo, scrittore e divulgatore Francesco Moriconi presenterà una sua recentissima scoperta: Da Pomezia Italica a Littoria.

Dopo una breve pausa settimanale, si riprende venerdì 24 giugno alle 14 con  Truffe agli anziani: Informazione e prevenzione. A cura di Antimo Di Biasio dell’Associazione nazionale Controllo di Vicinato.

Alle 20.30 appuntamento con la poesia: Presentazione del libro di Francesca Suale Fragile. Con l’autrice, la giornalista Teresa Faticoni, il coro D’Altrocanto nonostante tutto. Letture a cura di Robin Corradini e Gioconda Bartolotta.

La serata si conclude alle 22 con il Trio Acustico Maguiva, che ripropone musica pop e rock adattandola a soli tre strumenti: Emanuele (percussioni e voci), Guido (chitarra) e Ivan (chitarra e voci).

A seguire sabato 25 alle 18 i bambini tornano protagonisti nell’appuntamento Il circo delle nuvole, lettura animata per chi ha dai 4 ai 10 anni. A cura di Botteghe Invisibili.

Alle 20 presentazione del libro di Nicoletta Zuliani “Non dite alla mia preside che insegno (inglese) come il jazz”. Con l’Autrice, il gruppo 3ForJazz. L’evento, dal titolo Jazz e parole: Una nuova didattica sarà moderato da Amalia Tagliaferri e Ferdinando Cedrone.

Alle 21.30 Tony Montecalvo si esibirà nello spettacolo Music&Lyrics. La parte musicale è di Montecalvo e le letture sono affidate a Stefania Cavalcanti e Gioconda Bartolotta.

Domenica 26 giugno, per chiudere il secondo fine settimana di Altre Storie, si comincia alle 20 con la presentazione del progetto del Parco Urbano delle Acque Medie. Intervengono Loretta Isotton, referente comitato Pro Parco Urbano Acque Medie, Adriana Calì, assessora all’ambiente del Comune di Latina.

Alle 21 si prosegue sul tema con Clima, Agricoltura, Chimica e Società: Uno sguardo d’insieme. A cura del Dottor Giovanni Morelli e Marco Mastroleo (scrittore e divulgatore scientifico).

L’ultimo fine settimana si apre il primo luglio con l’appuntamento  Si può fare… a tempo di musica. Il Primo Soccorso a misura di bambino. A cura di Christian Manzi. Alle 18.

Alle 20 sul palco arrivano le note di MediterrAnima, in un viaggio strumentale attraverso le melodie e i ritmi dell’area mediterranea. Dall’Italia alla Francia, passando per l’Andalusia, un universo mare di suoni che si mescolano e rigenerano con Gianluca Verrengia alla chitarra flamenca e acustica, Matteo Roccia alla chitarra acustica e Rafael Nieto alle percussioni.

Alle 21 è prevista la finale del contest Altre Stelle: votazione della giuria, premiazione, esecuzione dei brani dei concorrenti vincitori.

Ancora letture ad alta voce per sabato 2 luglio con inizio alle 18 per bambini e bambine dai 4 ai 10 anni. A cura di Botteghe Invisibili

Musica super protagonista della serata con i Canusìa e Botteghe Invisibili in L’isola che c’è. Canti e racconti tra la terra e il mare alle 20.30 e i Mama’s Soul Beats (un coro di circa 25 tra mamme e donne che lavorano coadiuvate da 4 musicisti) alle 21.30.

Gran finale domenica 3 luglio con l’attesa presentazione del libro di Andrea Stabile “Storie Nascoste di Latina. Parte II“.

Alle 20.30  appuntamento con Medicina e Società: Il Covid sarà solo un ricordo? a cura della professoressa Miriam Lichtner, direttore del Reparto di Malattie Infettive dell’ospedale Santa Maria Goretti di Latina e professore associato alla facoltà di Medicina di Sapienza Università di Roma.

Chiusura in grande stile alle 22.30 con la premiazione di alcuni Personaggi del mondo della medicina, dello sport e dello spettacolo, Le Eccellenze Pontine, alla presenza del sindaco di Latina Damiano Coletta.

Tutte le sere ci sarà il servizio ristorazione organizzato da el Papì 1980.

DICHIARAZIONE DEL PRESIDENTE

“Siamo giunti alla terza edizione di Altre Storie – dichiara Ferdinando Cedrone, presidente dell’associazione Quartieri Connessi e membro del coordinamento Rete Civica Q4Q5 quest’anno la rassegna di eventi spazierà tra tutti i generi culturali, contest musicale ed esibizioni di band che spazieranno tra i diversi generi musicali, dibattiti su importanti temi socio-culturali con relatori di spessore, presentazione di libri con gli autori; insomma tanti eventi pensati per coinvolgere persone di tutte le fasce di età, ma soprattutto va detto che ‘Altre Storie’ sta diventando un appuntamento tradizionale cui partecipa tutta Latina, che questa rassegna ha superato i confini dei quartieri Nuova Latina e Nascosa (ex q4 q5), per arricchire il panorama delle manifestazioni estive di questa città, in un periodo così difficile, post pandemico, vuole dare un segno, nella speranza di esserci lasciati alle spalle lockdown, paure e isolamento forzato, che hanno pesato tantissimo proprio nel settore cultura e socializzazione, impoverendo le nostre vite, perché hanno causato un vuoto che ora tutti dobbiamo impegnarci a colmare”. 

 

L’ASSOCIAZIONE

Quartieri Connessi è un’associazione di volontariato (ODV) che opera nei quartieri Q4 e Q5 da oltre 18 anni. Da sempre impegnata nel promuovere i valori del senso civico, della legalità, del rispetto della persona e dell’ambiente, avvia spesso iniziative per migliorare la vivibilità dei quartieri Nuova Latina (Q4) e Nascosa (Q5).

IL PROGRAMMA

SCARICA QUI LA BROCHURE