Sunday, May 22, 2022
  • Home
  • Pomezianews
  • XX edizione del concorso nazionale “I giovani ricordano la Shoah”

XX edizione del concorso nazionale “I giovani ricordano la Shoah”

image_pdfimage_print

L’Amministrazione incontra gli studenti dell’IIS Copernico che hanno vinto il primo premio

 

La vice Sindaco di Pomezia Simona Morcellini, l’Assessora Miriam Delvecchio e la Presidente di Commissione Luisa Navisse hanno incontrato oggi una rappresentanza di studenti della classe 5AL dell’IIS Copernico, vincitrice del primo premio nazionale al concorso “I giovani ricordano la Shoah”, indetto dal Ministero dell’Istruzione sotto l’alto Patronato del Presidente della Repubblica, e in collaborazione con l’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane (UCEI).

Il lavoro “Shoah e discriminazioni: storie di ieri e di oggi”, premiato dal Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi il 27 gennaio scorso, parte dallo studio delle discriminazioni e delle persecuzioni perpetrate dai regimi nazifascisti, approfondendo, attraverso la realizzazione di un sito Internet qui, le dinamiche di alcune violazioni alle libertà di ieri e di oggi comparando le diverse storie.

 

 

“L’Amministrazione comunale e la Città intera sono orgogliose di voi – ha detto l’Assessora Delvecchio – Un lavoro che mostra una grande preparazione, una ricca riflessione e uno spiccato spirito critico: affrontare un tema importante e delicato come la Shoah in maniera così coraggiosa ci dimostra ancora una volta quanto sia necessario mantenere viva la Memoria, patrimonio culturale, politico e sociale di tutti noi”.

 

 

“Voglio congratularmi con ogni studente e studentessa che ha partecipato al progetto premiato – ha aggiunto la vice Sindaco Simona Morcellini – Ringrazio i docenti per il loro prezioso lavoro quotidiano, volto a mettere al centro i ragazzi, la loro creatività, la loro curiosità, i loro talenti. Un grazie speciale al Dirigente scolastico con il quale condividiamo progetti e visioni, per investire nella scuola e valorizzare i più giovani, cittadini del futuro”.

Guarda il video realizzato dagli studenti: qui

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.