1

Maggio del Gioiello al Museo Civico Archeologico Lavinium

Una serie di iniziative dedicate ai gioielli nell’antica Lavinium

Dal 27 aprile il Museo Civico Archeologico Lavinium ha riaperto le sue porte al pubblico e ha pensato per il mese di maggio una serie di iniziative dedicate al tema prezioso dei gioielli nell’antica Lavinium.

Aurifices. Tra passato e presente

Da sabato 15 maggio è possibile osservare lungo il percorso espositivo del Museo, nella Sala “Mundus muliebris”, i gioielli dell’artista e docente Nazzareno Flenghi che ha reinterpretato le forme degli orecchini, collane e monili delle statue femminili esposte nel Museo, seguendo filologicamente le tecniche impiegate dagli “aurifices” del passato. Questi preziosi monili saranno presentati dall’artista stesso attraverso una video intervista che verrà pubblicata sui canali social del Museo. La conversazione con la Direttrice scientifica, la Dott.ssa Federica Colaiacomo, ci darà modo di scoprire il rapporto ancora esistente tra la gioielleria antica e la produzione contemporanea , il gusto e la moda in voga nell’ambiente laziale tra il V e il III secolo a. C., sensibile agli influssi magno greci ed etruschi e l’importanza che i gioielli, raffigurati a grandezza naturale nelle statue di Lavinium, rivestono nella loro iconografia. L’idea dell’esposizione nasce da un progetto didattico avviato con il Liceo Artistico Pablo Picasso, in particolare con la sezione di Design dei metalli e dell’oreficeria. Nei prossimi giorni gli alunni parteciperanno ad una visita guidata on line sul tema che verrà poi sviluppato nel prossimo anno scolastico 2021/2022 e che verterà sulla progettazione e realizzazione di gioielli ispirati a quelli delle statue di Lavinium, attraverso nuove interpretazioni dell’artigianato antico.
Per il pubblico adulto sono previste visite guidate tematiche tutti i mercoledì mattina alle ore 10.00.

 

 

#ArcheoExpò

Dal mese di marzo di quest’anno il percorso museale si sta arricchendo di mese in mese di reperti, precedentemente conservati nel magazzino, grazie all’ #ArcheoExpo, iniziativa a cura della direzione scientifica del Museo. Dopo il corredo della tomba 24 della Necropoli Sud-occidentale dell’Antica Lavinium esposto da marzo nella Sezione “Civitas religiosa” e la piccola scultura in terracotta rappresentante una donna mentre allatta un bambino (IV-III sec. a.C.), conservata da aprile nella vetrina della Sala “Mundus muliebris”, da sabato 22 maggio per il mese dedicato al gioiello i visitatori potranno ammirare 3 fibule in bronzo ad arco e a navicella, provenienti dalla tomba 58 e dalla tomba 60 e databili alla fine dell’VIII e gli inizi del VII sec. a.C.. Queste spille, utilizzate per abbellire e fissare gli indumenti erano utilizzate dalle donne, ma anche dagli uomini. Già programmate tutte le altre esposizioni fino al mese di dicembre 2021, legate anche a diversi progetti scientifici, che porteranno ancora novità nella ricerca e nello studio dell’antica città di Lavinium e del suo territorio.

Un gioiello da creare

Giovedì 27 maggio alle 16.00 sarà in programma, invece, un’attività per il pubblico dei più piccoli: il laboratorio “Un gioiello da creare”, per i bambini dai sei anni in su, a cura della Soc. Coop. Le Macchine Celibi. Dopo una breve visita guidata introduttiva al tema del gioiello, i bambini impareranno a progettare, attraverso l’utilizzo di semplici materiali come la carta e i fogli di rame, un piccolo monile. Il Laboratorio si svolgerà negli spazi esterni del museo (in caso di maltempo verranno utilizzati quelli interni) nel rispetto delle norme per il contenimento della diffusione del Covid-19.

Sia per le visite guidate che per il laboratorio, è obbligatoria la prenotazione tramite l’indirizzo email [email protected] o telefonando al numero 0691984744, in orario di apertura del museo.

Orari di apertura del museo:
Martedì: 9.00 – 13.00 / 15.00-18.00
Mercoledì: 9.00 – 13.00
Giovedì: 9.00 – 13.00 / 15.00-18.00
Venerdì: 9.00 – 13.00
Sabato, domenica e festivi (Solo su prenotazione obbligatoria entro il giorno precedente, secondo indicazioni ministeriali): 10.00 – 13.00 / 16.00 – 19.00
Orari di apertura dell’area archeologica:
Martedì: 9.00 – 13.00 / 15.00 – 18.00 (su prenotazione)
Giovedì: 9.00 – 13.00 / 15.00 – 18.00 (su prenotazione)
Sabato, domenica e festivi (Solo su prenotazione obbligatoria entro il giorno precedente, secondo indicazioni ministeriali)10.00 – 13.00 / 16.00 – 19.00

Info e Costi :
Mail: [email protected]
Telefono: 06/91984744

Resta in vigore l’obbligo di mascherina e distanziamento, come da disposizioni ministeriali.