Saturday, September 18, 2021
  • Saturday, September 18, 2021
  • webmail
  • Home
  • Rubriche
  • Salute
  • Al via raccolta firme petizione popolare riconoscimento Fibromialgia come malattia cronica e invalidante

Al via raccolta firme petizione popolare riconoscimento Fibromialgia come malattia cronica e invalidante

By comunicati stampa on 13 Maggio 2021
0 254 Views

Al via raccolta firme petizione popolare riconoscimento Fibromialgia come malattia cronica e invalidante

image_pdfimage_print

Il Sindaco Adriano Zuccalà e assessori sottoscrivono la petizione popolare

 

In occasione della Giornata mondiale della fibromialgia, il Comune di Pomezia ha aderito all’iniziativa lanciata dal Comitato Fibromialgici Uniti CFU-Italia offrendo a tutti i cittadini interessati la possibilità di firmare la petizione popolare per inserire tale patologia tra i LEA.

Per supportare concretamente il Comitato Fibromialgici Uniti CFU-Italia, da oggi è possibile recarsi nella sede comunale di piazza Indipendenza per firmare la petizione popolare a sostegno del disegno di legge presentato in Parlamento e volto al riconoscimento della fibromialgia come malattia cronica e invalidante, con l’inserimento della stessa nell’ambito dei livelli essenziali di assistenza (L.E.A.).

 

Per firmare è sufficiente presentarsi muniti di documento di identità dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.30.

 

Questa mattina il Sindaco Adriano Zuccalà e gli Assessori Miriam Delvecchio, Simona Morcellini, Giovanni Mattias, Giuseppe Raspa e Luca Tovalieri hanno ricevuto in sala consiliare la referente del progetto di Pomezia Marieta Vasilica e hanno poi sottoscritto la petizione popolare.

“Un gesto simbolico – ha commentato l’Assessora Delvecchio – per porre l’accento su una patologia cronica e dolorosa, considerata spesso invisibile. Invitiamo tutti i cittadini interessati a recarsi nella sede comunale di piazza Indipendenza e sottoscrivere la petizione. Ringraziamo Marieta Vasilica per l’impegno con cui porta avanti questa battaglia”.

 

 

“La fibromialgia – spiega l’Assessora Miriam Delvecchio – è una patologia che in Italia colpisce oltre tre milioni di cittadini, in prevalenza donne. Caratterizzata da dolore cronico diffuso e difficile da diagnosticare, riduce la capacità fisica e psicologica di vivere una vita lavorativa e sociale che possa dirsi soddisfacente. Vogliamo promuovere i diritti dei pazienti lanciando loro il messaggio che non sono soli, ma hanno la vicinanza dell’intera comunità”.

In occasione della Giornata mondiale della Fibromialgia, il Comune di Pomezia ha aderito all’iniziativa “Facciamo luce sulla fibromialgia” organizzata dal Comitato Fibromialgici Uniti illuminando la Torre Civica di piazza Indipendenza di luci viola per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema.

“Illuminare di viola piazze, edifici e monumenti italiani – rileva il Sindaco Adriano Zuccalà – vuole accendere i riflettori su una patologia non riconosciuta e spesso trascurata, che la pandemia ha contribuito ad aggravare ulteriormente. Noi vogliamo mandare un segnale concreto del nostro supporto a tutti i pazienti, ma anche alle famiglie di coloro che sono affetti da questa patologia considerata invisibile; per tale ragione da oggi sarà inoltre possibile firmare la petizione popolare lanciata da CFU-Italia per inserire la fibromilagia tra i L.E.A.”.

Rispondi