Wednesday, August 12, 2020
  • Home
  • Pomezia
  • Comune di Pomezia – Scuola primaria Margherita Hack, consegnato a Inail il progetto esecutivo per l’ampliamento della struttura

Comune di Pomezia – Scuola primaria Margherita Hack, consegnato a Inail il progetto esecutivo per l’ampliamento della struttura

Avatar By Redazione on 29 Luglio 2020
0 67 Views

Comune di Pomezia – Scuola primaria Margherita Hack, consegnato a Inail il progetto esecutivo per l’ampliamento della struttura

image_pdfimage_print

Riceviamo e pubblichiamo Comunicato Stampa Comune di Pomezia

 

Scuola primaria Margherita Hack, consegnato a Inail il progetto esecutivo per l’ampliamento della struttura. Previsti 15 aule nuove e un locale mensa
Il Comune di Pomezia ha consegnato nelle mani dell’Inail il progetto esecutivo per l’ampliamento della scuola primaria Margherita Hack. Il progetto prevede la realizzazione di altre 15 aule, il completamento della mensa scolastica e dei locali accessori.
Questa settimana sono partite le indagini di ricerca di eventuali residuati bellici sul terreno dove sorgerà la scuola, uno degli atti propedeutici alla progettazione e all’avvio dei lavori nei cantieri che prevedono attività di scavo. Sarà poi all’Inail a provvedere ad espletare il bando di gara e avviare l’esecuzione dei lavori.
“Siamo riusciti finalmente a sbloccare una procedura ferma da dieci anni – ha spiegato l’Assessore Federica Castagnacci –. Il progetto di completamento prevede la realizzazione di ulteriori 15 aule, dell’ampliamento della mensa e degli spazi per le attività integrative, dell’abitazione del custode e degli uffici della direzione didattica, del parcheggio anteriore e di un’area verde. Il progetto di ampliamento fino a 25 classi rappresenta il completamento dell’edificio scolastico esistente di 10 classi”.
“Abbiamo colto questa opportunità fornitaci dall’Inail – ha commentato il Sindaco Adriano Zuccalà – che si farà carico delle spese per l’ampliamento della scuola. Il Comune, a fronte del pagamento di un canone annuo, potrà poi riscattare la struttura. Verrà realizzato un edificio innovativo, che può essere definito ‘ad energia quasi zero’, dotato di un impianto di illuminazione a led e di un impianto fotovoltaico a copertura. La struttura sarà completamente accessibile dal punto di vista strutturale rispondendo così in maniera adeguata alle esigenze della collettività”.

Rispondi