Sunday, November 29, 2020

Per pulire la città dobbiamo sporcarci le mani

Avatar By Redazione on 8 Aprile 2015
0 924 Views

Per pulire la città dobbiamo sporcarci le mani

image_pdfimage_print

 Retake_PomeziaDa qualche tempo esiste una pagina Facebook che si chiama Retake Roma.

Ma che cos’è un movimento Retake? E’ un azione spontanea mossa da un gruppo di cittadini che mira ad eliminare atti di vandalismo come scritte sui muri, affissione selvaggia di adesivi e similari che affliggono le nostre città. L’obiettivo è quello di ripulire i quartieri e ripristinare i muri ma non solo, Retake è anche prendere coscienza che il bene pubblico è un bene comune e va rispettato da tutti. Il tutto è assolutamente no profit e auto finanziato.

Il movimento sta prendendo piede anche in diverse città italiane come Milano e Torino

Ed è dalla condivisione di eventi e risultati del gruppo di Roma che nascono le pagine nostrane Retake Pomezia e Retake Torvajanica.

Ho voluto approfondire l’argomento con Riccardo Di Tommaso, amministratore della pagina pometina.

Come nasce l’idea di Retake Pomezia e  Retake Torvajanica?

Nasce da Facebook, ho visto le foto con i risultati del prima e dopo della pagina Retake Roma e la cosa mi è piaciuta da subito. Ho capito che i cittadini potevano, con poco, riprendersi il decoro e la pulizia della propria città a cominciare dalla strada sotto casa. Pomezia da questo punto di vista offre “molto materiale” da ripulire, e a giudicare dai contatti ricevuti dalla pagina (nel momento in cui scrivo 313 su Pomezia e 33 su Torvajanica, le pagine sono attiva da circa una settimana) la gente manifesta di aver voglia di riprendersi la città sotto questo punto di vista.

Come pensate di organizzarvi per “agire”?

Per cominciare ognuno può adottare, in totale autonomia, la strada sotto casa e togliere i vari adesivi dai lampioni e dai cassonetti. Per quanto riguarda interventi più importanti, con la necessità di coinvolgere più persone come la pulizia di un giardino pubblico verranno creati degli eventi, speriamo di riuscire ad organizzare il primo entro fine Aprile.

Per quanto riguarda invece interventi ancora più complessi come la rimozione di graffiti dai muri e dagli edifici pubblici bisognerà coordinarsi con l’amministrazione comunale per avere permessi ed autorizzazioni affinché tutto ciò possa avvenire nel rispetto del regolamento di cittadinanza attiva da poco emesso da Comune di Pomezia.

Come intendete muovervi per recuperare il materiale necessario?

Per il momento ognuno deve “auto-munirsi” di tutto ciò che può essere utile per pulire, con pochi euro si può fare tanto. E’ sufficiente un raschietto, un paio di guanti, spugne, acqua e un sacco per immondizia. Per interventi più significativi cercheremo la collaborazione del comune nel rispetto del regolamento di cittadinanza attiva, con un piccolo contributo l’amministrazione potrebbe avere un bel ritorno in termini di lavoro eseguito.

Come saranno organizzati gli eventi?

Gli eventi verranno pubblicati sulle nostre pagine Facebook, e all’interno dell’evento ci saranno tutte le informazioni necessarie. Chiunque voglia maggiori informazioni sull’argomento Retake o voglia contribuire in modo attivo può fare riferimento alle nostre pagine e contattarci anche in privato.

Che dire, ottima iniziativa, no profit, apolitica, liberi cittadini che si uniscono per migliorare la propria città al grido di “Per ripulire la città dobbiamo sporcarci le mani”.

Rispondi