Thursday, December 14, 2017
  • Thursday, December 14, 2017

Dopo aver letto l’ironica protesta del lettore de “Il Caffè'” sul tema dell’illuminazione pubblica a Campo Jemini, occorre far alcune precisazioni.

Nell’incontro che il Sindaco Fucci ebbe con i residenti di Campo Jemini, ormai qualche anno fa, la prima criticità emersa fu  proprio la mancanza di illuminazione pubblica nelle strade interne del quartiere che rappresentava e rappresenta tuttora un ostacolo a garantire la sicurezza stradale e residenziale.

Infatti, nonostante i lavori procedano, i pali della luce già istallati non sono stati collegati all’energia elettrica e quindi sono ancora spenti.

L’illuminazione pubblica, da sempre, rappresenta un deterrente per i malintenzionati, oltre a costituire un valido elemento per la sicurezza stradale.

Grazie alla sensibilità’ dei residenti sul tema sulla sicurezza, nel 2015 nacque a Campo Jemini il primo gruppo di controllo del vicinato nel territorio pometino.

In tutti gli incontri e le riunioni quello dell’illuminazione pubblica e’ risultato sempre essere una delle più frequenti richieste all’Amministrazione Comunale essendo anche uno dei principi fondamentali sul quale si basa il controllo del vicinato.

Nelle riunioni tecniche inoltre e’ anche emerso che le strade hanno una loro classificazione e parametri illuminotecnici e pertanto anche i pali già istallati rispettano le normative di settore.

All’anonimo residente che ironicamente parla di una fastidiosa futura illuminazione, rivolgiamo l’invito a scrivere al gruppo controllo del vicinato (campojemini.cdv@gmail.com) per collaborare sui temi comuni della sicurezza del quartiere e porre all’attenzione del Sindaco le altre criticità.

 

 

 

 

massimiliano villani

Nato a Napoli, cresciuto a Roma e residente a Pomezia ormai da più di dieci anni, mi occupo da sempre di comunicazione e sono convinto che l’impegno civico, unito all’amore per il proprio territorio, possa essere un grande stimolo alla crescita di una collettività partecipe e consapevole

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *